Joanna Rakoff – Un anno con Salinger

12 Nov

6197247Avete letto Salinger? Molto probabilmente sì. Vi ricordate il momento in cui avete incontrato Holden Caulfield per la prima volta? L’attimo mozzafiato in cui vi siete resi conto che eravate alle prese con un romanzo, una voce, un personaggio, un modo di raccontare una storia, una visione del mondo diversi da quelli che avevate conosciuto fino ad allora? Magari eravate adolescenti, colmi di frustrazione e rabbia, certi che nessuno capisse le complessità della vostra anima, ed ecco arrivare Holden, catalizzatore di tutta quell’emozione che non sapevate dove sfogare.

Io sì, me lo ricordo il momento in cui ho incontrato Holden per la prima volta. Avevo 13 anni e l’ho letto di nascosto, rendendolo ai miei occhi ancor più sovversivo di quanto non fosse già. Non che leggere un libro per adolescenti da adolescente sia esattamente un atto eroico, ma insomma. Poi l’ho riletto, da adulta, nella nuova traduzione di Matteo Colombo, apprezzandolo di nuovo moltissimo. Eppure non ho mai letto nient’altro di Salinger, mea culpa. A mia discolpa posso dire che nemmeno Joanna Rakoff, autrice e narratrice di questo libro, aveva mai letto Salinger quando ha cominciato a lavorare nell’agenzia letteraria che lo rappresentava. Era una giovane che amava i libri “importanti” e provava una vera e propria venerazione per i grandi autori, e che forse riteneva Salinger un autore da adolescenti, almeno finché non ha cominciato a leggere le lettere che i suoi fan gli scrivevano.

Un anno con Salinger non parla esattamente di Salinger, che entra in scena pochissime volte, ma della vita, dei sogni e delle aspirazioni di una ragazza che vuole disperatamente lavorare con la Letteratura. E così facendo ci mostra uno scorcio della sua esistenza e del lavoro di un’agenzia che non ne vuole proprio sapere di stare al passo con i tempi. Tra ingombranti macchine da scrivere (lo so, lo so, non riesco proprio a rassegnarmi a chiamarle macchine per scrivere), penombra, moquette e un silenzio ovattato, Joanna comincia a conoscere i meccanismi del mondo editoriale ma anche gli esseri umani che vi ruotano attorno: la misteriosa direttrice, i colleghi gentili e quelli supponenti, il suo nuovo ragazzo Don che vuole diventare un grande scrittore, gli autori e soprattutto i loro fan. Proprio con questi ultimi Joanna intesserà un rapporto speciale, poiché viene incaricata di rispondere alle loro lettere al posto di Salinger, che non ne vuole proprio sapere. Ed ecco che gli ammiratori del grande scrittore svelano i loro pensieri più intimi, la loro rabbia e i loro sogni, perché chi ha creato Holden non può non capirli. E come si fa a rispondere con un modulo standard quando qualcuno ti apre il suo cuore?

Un anno con Salinger è un libro appassionante e ben scritto, sincero e sicuramente molto interessante per chi è tanto affascinato dalla letteratura da voler lavorare in una casa editrice o un’agenzia, ma anche per chi non ci pensa proprio. Forse editori e agenzie sono visti sotto una luce un po’ romantica e antiquata, ma per chi sogna di lavorarci è molto facile invidiare Joanna (la sua vita privata, invece, è un mezzo disastro, ed è raccontata in modo altrettanto appassionante). E la traduzione di Martina Testa è perfetta, lucida, controllata.

Insomma, decisamente un romanzo da leggere. E ora scusate, ma vado a cercarmi Franny e Zooey.

Joanna Rakoff, Un anno con Salinger
titolo originale: My Salinger Year
traduzione di Martina Testa
Neri Pozza 2015
287 pagine, 17€
Acquista su Amazon

 

Annunci

2 Risposte to “Joanna Rakoff – Un anno con Salinger”

  1. carma novembre 16, 2015 a 4:53 pm #

    Con Salinger io ho avuto un approccio “diverso”. Ancora non ricordo perché mai non ho letto presto Il giovane Holden, Ho letto già “da grande” altri sue opere, in particolare I nove racconti che mi sono entrati nel cuore (te li consiglio calorosamente 😀 ) e solo poi sono approdata a Holden. Non è che per questo l’abbia adorato meno… Ora vado, ho la traduzione di Matteo Colombo sul comodino 😉

    • thais.siciliano novembre 16, 2015 a 9:04 pm #

      Grazie del consiglio! Prima o poi li leggerò sicuramente… Nonostante la pila di libri ancora da leggere che mi guarda minacciosa 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: