Wendell Berry – Hannah Coulter

19 Lug

2888108La storia di Hannah Coulter è quella che qualsiasi nonna cresciuta in campagna potrebbe raccontare: la giovinezza, l’amore, la guerra, il dolore della perdita, la voglia di ricominciare, un nuovo amore, una vita costruita insieme, la lenta costruzione di un posto in cui vivere finalmente in pace, i figli sui quali riporre mille speranze (che puntualmente andranno in fumo perché si sa, i figli raramente badano ai desideri dei genitori), i nipoti che, anche loro, all’inizio sono teneri fagottini volenterosi e poi prendono la propria strada e diventano incomprensibili.

È una storia qualsiasi, ma nel senso migliore del termine. Perché ad arricchirla c’è la narrazione placida e schietta di Wendell Berry, che ci accompagna alla scoperta di questa donna forte ma in fondo ordinaria mostrandocene l’umanità, la fragilità, i sogni, le conquiste e le disfatte, i periodi bui e quelli felici, sempre con la soddisfazione di aver lavorato tutta la vita per costruire la fattoria in cui vive.

Come in Jayber Crow, romanzo precedente sempre pubblicato da Lindau, troviamo un paesino di campagna che si sorregge sulla solidarietà, sul duro lavoro, sulla famiglia e sulle amicizie, sperando di contrastare l’avanzata della modernità con la consapevolezza di vivere davvero nel posto migliore del mondo.

Hannah Coulter è come una carezza, una mano poggiata sulla spalla, una voce dolce che racconta di difficoltà superate con la tenacia. È anche una storia di dolore, perché Hannah perde in guerra il suo primo marito mentre è incinta della loro bambina. Eppure la vita riprende perché, per quanto possa essere banale, spesso ci dimentichiamo che dopo l’inverno arriverà sempre la primavera: e così Hannah conosce Nathan, con il quale passerà il resto della propria vita, e sboccia di nuovo. È una storia bella e naturale come l’ambiente che circonda Port William.

L’amore per la terra e per le proprie origini risuona in ogni parola, e anche per chi non ha mai vissuto in campagna è facile identificarsi nei desideri e nelle paure di Hannah, nella sua voglia di vivere e di ricominciare ogni volta che il mondo le crolla addosso. Non aspettatevi una trama mozzafiato e colpi di scena a ogni pagina, ma se cercate una storia bella e dolce, narrata da una voce intima e familiare come quella di un nonno tanto amato, non perdetevi questa piccola perla.

Wendell Berry, Hannah Coulter
traduzione di Vincenzo Perna
Lindau 2014
288 pagine, 19€
Acquista su Amazon

 

Annunci

2 Risposte to “Wendell Berry – Hannah Coulter”

  1. gianni luglio 19, 2015 a 11:24 am #

    …mica è facile scrivere una storia qualsiasi! 😉
    Dico sul serio. Grazie della segnalazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: