Richard Yates – Disturbo della quiete pubblica

28 Giu

coverPremessa: di Yeats ho letto i racconti di Undici solitudini, ma Revolutionary Road è ancora sullo scaffale che aspetta il suo momento.

In Disturbo della quiete pubblica veniamo calati nella vita di John Wilder, pubblicitario trentaseienne di successo, proprio nel momento in cui lui ne perde il controllo. Telefona alla moglie, le dice che non può tornare a casa da lei e dal figlio “perché ho paura che potrei uccidervi, ecco perché”. Da quel momento la situazione precipita, la moglie si confida con un amico e John viene spedito in un ospedale psichiatrico per pochi giorni, esperienza che però lo segnerà a vita. Quando ne esce prova a continuare con quello che faceva prima, ma gli è impossibile. E allora, grazie a una giovane amante, cerca di trarre un film dalla sua esperienza in manicomio. E il romanzo si fa metaletteratura, John assiste alla messa in scena della propria follia e delle sue conseguenze e perde ulteriormente il senno.

A grandi linee la trama è questa, e forse ho svelato anche troppo. Ma ciò che rende speciale questo libro è la scrittura meravigliosa di Yeats, che non giudica ma presenta i fatti con cruda sincerità, senza risparmiarci nulla, rappresentando un uomo in crisi profonda, un uomo che fa cose riprovevoli e ne subisce le conseguenze, un uomo alla deriva.

John Wilder tenta con tutte le sue forze di fuggire dalla realtà, di seguire i suoi sogni impossibili, di vivere la vita che vorrebbe ma che scopre di non poter avere. Vorrebbe diventare produttore cinematografico, ma tutto va a rotoli. Vorrebbe una storia sentimentale appassionante, ma si ritrova con una serie di amanti, la più importante delle quali non gli sta nemmeno tanto simpatica. È un debole. E il lettore assiste a questa sua implacabile discesa nell’inferno, nella pazzia, un po’ affezionandosi a lui e un po’ scuotendo la testa per quanto è incapace di prendere le redini della propria vita.

Penso non ci sia bisogno di sottolineare che Richard Yeats è un narratore eccezionale, quindi mi limito a consigliarvi questo libro se più che l’avventura cercate una storia che racconti la verità senza fronzoli né sconti.

Richard Yates, Disturbo della quiete pubblica
titolo originale: Disturbing the peace
traduzione di Mirella Miotti
Beat 2014 (minimum fax 2004)
248 pagine, 9€

Acquista su Amazon

Annunci

2 Risposte to “Richard Yates – Disturbo della quiete pubblica”

  1. viola giugno 29, 2015 a 6:07 pm #

    Lo voglio leggere questo libro.Spero che ti farà piacere perché ho nominato il vostro blog in un articolo che ho scritto.Lo puoi leggere qui https://violetadyliopinionistapercaso.wordpress.com/2015/06/29/la-staffetta-dellaffetto/
    Un sorriso 🙂 Viola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: