Yasmina Reza – Felici i felici

9 Mag

Felices los amados y los amantes y los que pueden prescindir del amor.
Felices los felices.
(Jorge Luis Borges)

bd004cfb034eafa7d8077a4101d52da3_w600_h_mw_mh_cs_cx_cyQuesto libro mi è stato consigliato da una persona di cui mi fido ciecamente, perché mi ha fatto conoscere alcuni dei libri più belli che io abbia mai letto. L’unico mio timore era che fosse troppo cervellotico e complicato da seguire, che mi sarei persa e mi sarei sentita ignorante.

Invece Felici i felici mi ha presa per mano dalla primissima pagina, e si è lasciato scoprire con sorpresa crescente, senza mai stufarmi, affascinandomi e facendomi sorridere ogni volta che riconoscevo il protagonista di un racconto precedente. Sì, perché si tratta di racconti slegati tra loro, ma alcuni personaggi ricorrono, chi più chi meno: sono amici parenti mogli mariti amati amanti dei protagonisti degli altri racconti, e ogni volta c’è un brivido di piacere e riconoscimento nel ritrovare vecchie conoscenze.

Si parte con Odile e Robert, il cui matrimonio sembra in crisi profonda ma chissà, forse va bene così, conosciamo entrambi i punti di vista, ci schieriamo prima con l’uno e poi con l’altra. E subito dopo facciamo la conoscenza di Marguerite che si sente abbandonata, di Vincent che si vergogna di sua madre, di Philip che è il medico che ce l’ha in cura, e così via, in una galleria di vite che si intrecciano. Questo libro è un enorme puzzle composto da tantissimi pezzi tutti diversi, alcuni più grandi e importanti, a cui se ne possono collegare molti altri, alcuni più piccoli, magari giusto un angolino legato al resto da un filo sottilissimo, altri ancora semplicemente di passaggio, e questi ultimi magari non fanno parte della figura principale, ma servono lo stesso a completare il quadro.

Tutti i protagonisti di questi racconti sono accomunati da una solitudine di fondo, da una sottile vena di disperazione: baserebbe così poco a essere felici, e invece i rapporti umani sono così complicati che finiamo sempre per farci del male a vicenda.

Aggiungete la scrittura magistrale di Yasmina Reza e la traduzione di Maurizia Balmelli che non poteva che renderle giustizia, e avrete un libro tenero e ironico, godibile e profondo, che vi catturerà e vi farà riconoscere non solo i personaggi ricorrenti, ma anche voi stessi.

Yasmina Reza, Felici i felici
titolo originale: Heureux les heureux
traduzione di Maurizia Balmelli
Adelphi 2013
163 pagine, 18€

Acquista su Amazon

 

Annunci

4 Risposte to “Yasmina Reza – Felici i felici”

  1. fuliggine maggio 9, 2015 a 2:39 pm #

    mi hai incuriosito molto, lo metto subito nella lista dei desideri per il compleanno! grazie!

    • thais.siciliano maggio 9, 2015 a 2:48 pm #

      Allora poi attendo un tuo giudizio! Io l’ho adorato!

      • fuliggine maggio 9, 2015 a 2:50 pm #

        Ci metterò una vita, ti avviso, che ho altri libri sul comodino… e due figlie che mi rallentano molto nella lettura!

        • thais.siciliano maggio 9, 2015 a 3:54 pm #

          Ahah come ti capisco! La mia pila di libri da leggere ha quasi una vita propria… Attenderò paziente 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: