Andrea Vismara – Iddu

2 Giu

Il sottotitolo di questo romanzo è “Dieci vite per il dio del fuoco”, e per qualche strano motivo mi ha fatto immediatamente pensare ai sei personaggi in cerca d’autore pirandelliani. In effetti anche i dieci protagonisti di Iddu sono in cerca di qualcosa: amore, vendetta, espiazione, protezione, una fine, un lavoro, un’ispirazione, un disco, un padre, la morte.

Ma non saranno troppi dieci protagonisti, tutti ugualmente importanti? All’inizio temevo di dimenticarmeli, di perderne qualcuno per strada. Ma anche se è inevitabile affezionarsi più ad alcuni che ad altri, Andrea Vismara è riuscito a caratterizzarli tutti e a donar loro delle caratteristiche così vive da non poterli confondere. Li conosciamo uno per volta, per poi vederli interagire a mano a mano che si avvicinano a Stromboli, ognuno con motivazioni e istinti diversi, spinti dal caso o dalla magia, dalla forza di volontà o dal destino.

Ho comprato questo romanzo quasi per caso, quando è stato presentato a Torino dalla mia amica La Lettrice Rampante in occasione del Salone del libro. Ammetto che ci ero andata solo per fare il tifo per lei, ma le letture e il resoconto appassionato dell’autore mi hanno convinta a comprare il libro. E non me ne sono pentita.

Per leggerlo ho aspettato che mi chiamasse, come Stromboli chiama i suoi personaggi, e quando è arrivato il momento mi sono completamente persa nella storia. Avrei voluto dedicargli il tempo che meritava, leggerlo d’un fiato, ma ogni tanto bisogna pur lavorare. Eppure, in ogni momento libero il romanzo mi chiamava, mi attirava come una calamita, a mano a mano che le vicende proseguivano, si infittivano e si intrecciavano.

Non saprei dire quale sia il mio personaggio preferito in assoluto. Mi sono piaciuti la determinazione di Ingrid, la capacità di reagire di Vanessa, lo spirito indipendente di Consuelo, la dolcezza di Kevin, la scontrosità di Hans, la forza di Yumi… I personaggi arrivano da ogni parte del mondo, hanno alle spalle storie diverse, più o meno felici, e a Stromboli incontrano il loro destino.

Parecchi dei loro viaggi sono accompagnati dalla musica, che scorre lungo tutta la narrazione, rivelando una delle passioni dell’autore (e io ammetto che vedere citati nei libri gruppi che adoro mi manda in visibilio). E poi ci sono loro, c’è tutta un’umanità di personaggi diversi e sfaccettati ma molto ben costruiti, tenuti insieme da una trama convincente e armonica, le cui fila vengono tirate magistralmente negli ultimi capitoli. L’undicesimo protagonista è proprio Iddu, il vulcano, che affascina e spaventa, decide le sorti e va venerato come un dio. Mi rendo conto di non aver praticamente parlato di cosa succede nel libro, ma sono dieci trame diverse che si incrociano e si sostengono a vicenda, e l’unico modo per scoprirle è aprire il libro e farsi trasportare. Se volete conoscere meglio l’autore, sul sito delle edizioni Spartaco c’è una sua bella descrizione.

Tutto positivo, quindi? Beh, a tratti si nota un pochino che è un’opera prima, ma nel complesso è davvero un bel libro, oltretutto pubblicato da una piccola casa editrice indipendente, quindi vi consiglio di leggerlo, di farvi rapire dal vulcano, perché potreste scoprire qualcosa di voi che nemmeno sapevate di cercare.

Andrea Vismara, Iddu. Dieci vite per il dio del fuoco
Edizioni Spartaco 2014

250 pagine, 11€
Acquista su Amazon

 

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: