David Whitehouse – Buon compleanno Malcolm

3 Ago

coverDover lavorare e non poter finire questo libro in meno di due settimane è stata una tortura. Avrei voluto fagocitarlo, divorarlo come Malcolm ingurgita il cibo che la madre gli prepara con devozione ogni giorno. E invece ogni poche pagine dovevo staccarmene. Ma a fatica, ve lo assicuro. Questo libro mi ha risucchiata in un vortice di riflessioni sull’amore, sulla routine quotidiana, sulla vita che conduciamo, sulla crescita, sulle scelte, sul fallimento, sul bene e sul male. Mal è un bambino sveglio e adorabile, almeno visto dall’esterno: le sue eccentricità mettono spesso a dura prova e in imbarazzo tutta la famiglia. La sua tendenza a denudarsi ovunque è divertente solo se non tocca a voi trascinarlo fuori da un teatro pieno di gente. Ma è indubbiamente brillante, curioso, originale, e crescendo non perde queste sue qualità, neppure quando trova l’amore e si ritrova ingabbiato in una vita uguale a tante altre. Da piccolo voleva sempre essere il primo al mondo a fare qualsiasi cosa, anche la più stupida o insignificante, bastava che nessuno l’avesse mai fatta prima. Ma non è per questo che il giorno del suo venticinquesimo compleanno si sdraia a letto per non alzarsi mai più, trasformandosi in una massa informe e disgustosa da seicento chili. Perché” è la domanda che tutti si fanno, e che trova una risposta soltanto nella sensibilità e nelle riflessioni di Mal, in un gesto estremo attraverso il quale da quel momento in poi ruoterà la vita di tutti i suoi familiari. Sotto quella montagna di lardo c’è un bambino deluso e consapevole. La storia è raccontata dal punto di vista del fratello minore di Mal, di cui non sapremo mai il nome pur leggendo tutti i suoi pensieri, anche i più intimi. Da sempre innamorato di Lou, la fidanzata di Mal, è un personaggio meraviglioso e struggente, che vorrebbe poter uscire dall’orbita di quel fratello ingombrante in tutti i sensi. E poi ci sono la madre, il cui unico scopo nella vita è servire i figli, e il padre, segnato da un episodio doloroso accaduto in passato. E Lou, la misteriosa Lou, il cui amore per Mal non crolla mai. Non potendosi più prendere cura di lui, che da quando si è messo a letto rifiuta di vederla, si dedica al proprio padre, devastato dalle delusioni d’amore. Lou e la mamma di Mal sono condannate a servire il prossimo con un amore disinteressato che fa male solo a guardarlo. La vicenda alterna episodi passati e presenti, e così saltiamo da quando Mal è un giovane promettente a quando diventa un tricheco disgustoso, per poi ricordare quant’era flessuoso il suo corpo sempre in movimento e arrivare al momento in cui il fratello tenta finalmente di staccarsi dalla sua forza magnetica, e alle conseguenze del suo allontanamento. Per quanto il pensiero di un Mal di seicento chili sia nauseabondo e incomprensibile, questo libro contiene delle verità profonde che leggendo solo la trama non mi aspettavo di trovare. Che vita è mai, questa, che ti regala la meraviglia di un cuore che batte per poi infrangerlo in mille pezzi? In cui ogni cosa che ti hanno insegnato ad aspettarti si rivela un buco nell’acqua? Se questa è la vita, allora perché alzarsi dal letto? Leggetelo, è davvero una perla. David Whitehouse, Buon compleanno Malcolm titolo originale: Bed traduzione di Valentina Zaffagnini isbn, 2011 354 pagine, 15,90€ Acquista su Amazon

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: