Quim Monzó – Mille cretini

28 Apr

71EwQTg+cDL._SL1368_Racconti brevi, sferzanti, ironici. Nel complesso uno studio antropologico sull’assurdità, più che sulla cretineria, delle azioni più banali e quotidiane di una serie di uomini e donne più o meno comuni: una mescolanza di casalinghe, vecchi, principi azzurri, scrittori, la Madonna… ok, forse non proprio persone comuni, ma la sensazione che i racconti lasciano è quella di poter incontrare questi personaggi proprio dietro l’angolo. Anzi, di averli già incontrati, o perlomeno di averne conosciuti a decine di simili. Cretini. Egoisti. Folli. Umani.

C’è un anziano in casa di riposo che con grande naturalezza si veste da donna, c’è un principe azzurro che esagera per compensare la propria inadeguatezza, una donna che vuole eliminare letteralmente ogni traccia del marito rimasta in casa sua, un uomo che sposa la sua ex solo perché è convinto che presto lei morirà, una coppia di anziani che annuncia senza remore al proprio figlio il desiderio di volersi suicidare.

La cafoneria, la baldanza, le piccole vendette, l’indifferenza, i ricatti morali e le piccole azioni che diventano simbolo di malesseri più grandi: il catalano Quim Monzó è un fine osservatore della realtà, di quelle cose che nessuno nota mai ma che tutti fanno o hanno visto fare, e descrive con acutezza e precisione una serie di comportamenti che è impossibile non riconoscere come appartenenti al genere umano. Con un pizzico di ironia e un linguaggio schietto e privo di moralismi, ci presenta un insieme di scene apparentemente casuali, ma che rivelano uno sguardo attento e divertito, che non censura né disapprova ma si limita a esporre i fatti.

Ogni tragedia, ogni vizio, ogni traccia di ignavia o di ossessione o di crudeltà vengono sviscerate in questa raccolta davvero godibile, che si legge in un soffio e lascia un amaro sorriso sulle labbra.

Ognuno spererà di non far parte di questa schiera di mille cretini, eppure si renderà conto che prima o poi un qualsiasi gesto banale lo farà rientrare nella categoria. Sperando che in quel momento non ci sia in giro Quim Monzó a registrare ogni dettaglio della nostra dabbenaggine.

Quim Monzó, Mille cretini
traduzione di Gina maneri
titolo originale: Mil cretins
marcos y marcos, 2013
157 pagine, 14,50 €
Acquista su Amazon

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: