Yuri Herrera – La ballata del re di denari

8 Apr

Una favola nera: mai definizione fu più azzeccata. Perché nel brevissimo romanzo d’esordio di Yuri Herrera, in apparenza, ci sono tutti gli elementi di una favola: un Re, una Strega, un Erede, una principessa Qualunque, una Bimba, oltre alla Corte composta da vari personaggi inquietanti. E poi c’è lui, l’Artista, che entra a palazzo per cantare le lodi del suo signore, e a poco a poco assiste a retroscena sanguinosi e inquietanti. Perché il Re in Messico è un trafficante, e la sua Corte è composta da uomini meschini e violenti. Una parola di troppo, un gesto non ponderato possono risultare fatali. L’Artista scopre di essere finito in un giro pericoloso, e il suo sguardo disincantato percorre le miserie e l’orrore di un luogo in cui la bontà d’animo non è contemplata.

Ma l’Artista, prima di diventare tale, era soltanto Lupo, e vendeva le sue canzoni nelle cantine e nelle osterie. Un mondo più semplice, o forse no, perché l’orrore è ovunque.

Questo romanzo è una presa di coscienza, un fulmine, un pugno nello stomaco, un groppo nell’anima. Le vicende di Lupo, della Bimba, della Qualunque, rimangono dentro e lasciano un segno invisibile, una tacca nella conta degli orrori di cui non sentiamo mai parlare ma che sono ben presenti nella vita di chi vive lontano da noi. Un linguaggio che non fa sconti a nessuno, reso magistralmente da Pino Cacucci: una prosa che sembra quasi un poema lirico, asciutta ma piena di grazia e poesia.

Yuri Herrera, La ballata del re di denari
traduzione di Pino Cacucci
titolo originale: Trabajos del reino
La Nuova Frontiera, 2011
128 pagine, 15 €
Acquista su Amazon

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: